In questa sezione sono contenuti, divisi per decadi, gli articoli di giornale, gli appunti e le note che il Dott. Salvatore G. Vicario, notabile cittadino della nostra comunità, ha voluto condividere con tutti noi.

Per chi non lo sapesse il buon dottore conserva molti documenti degli articoli che scrisse tempo fa per i giornali ed appunti della sua vita culturalmente impegnata inerenti agli sforzi fatti per diffondere informazione e cultura proprio qui, nella periferia, al tempo maltrattata e poco consderata. In questo senso è sicuramente un precursore del pensiero del Senatore a vita Renzo Piano, il quale sostiene l'importanza essenziale delle periferie, da sempre maltrattate. Attraverso i suoi articoli ed i suoi documenti potrete vedere la genesi del nostro comune, il perché è nato, quanti bastoni sono stati messi tra le ruote della cultura e quanto poco è stata considerata.

Molto di quel che sarebbe potuto essere, di quel ch'é stato e non s'é detto o che qualcuno avrebbe voluto che non fosse mai detto è passato sotto la sua biro. Lui ha scritto, denunciato in tempi non sospetti dalle colonne di importanti giornali ed ha, purtroppo, talvolta testimoniato il fallimento di fronte all'ignoranza ed alla poca sensibilità. Certi articoli sono urla gridate da chi vede un patrimonio consumarsi irrimediabilmente nel tempo, nell'indifferenza. Delle grida che la tecnologia dell'epoca restringeva incredibilmente ed ingiustamente su un pezzo di carta del quale, pochi giorni dopo, non sarebbe rimasto nulla.

Con questo spazio, quindi, ricordiamo quel che fù all'epoca perché ci sia maggiore attenzione da parte della cittadinanza, perché alla periferia spetti veramente l'importanza che deve avere.

Un sentito grazie al Dottor Vicario, per la sua pazienza e la sua meticolosità nel raccogliere e conservare informazioni preziosissime ed un'invito a tutti coloro i quali avessero altre informazioni a fare quello che è nel DNA della nostra epoca: CONDIVIDERE! Chi ha altre informazioni, chi ha altro da dire può contattarmi via FB dalla pagina del sito o inviando una mail.

 

Buona lettura.